Ancora Striscia La Notizia

6 ottobre 2009 at 12:01 (terremoto) (, , , , , , )

Qui Monique. Martedì 6 ottobre, ore 11,06, ricevo una telefonata dal numero 0657116…

Riporto la conversazione esattamente come si è svolta:

Monique: pronto?
Alessio: buongiorno, sono Alessio di Striscia La Notizia, la chiamo in riferimento alla sua e-mail relativa al servizio andato in onda nella puntata di sabato da San Gregorio. Vorremmo sapere perchè dice che siamo dei falsi.
Monique: il mio pensiero l’ho già espresso, basta andare sul blog https://terremoto09.wordpress.com per sapere come manipolate la realtà e la buona fede delle persone…
Alessio (interrompendomi in tutta fretta): lei è una brutta persona io con lei non ci parlo.
(mi sbatte il telefono in faccia)

Et voilà, la correttezza di questa trasmissione si manifesta in 34 secondi di telefonata che non necessitano di alcun commento. Ma io sono particolarmente rognosa e quindi qualche appunto lo faccio lo stesso. In primis è evidente che Striscia La Notizia conosce questo blog e lo teme anche, non avrebbe senso chiudere il discorso così in fretta e maleducatamente se non si avesse timore.

In secondo luogo bisogna ricordare di cosa stiamo parlando: i lettori più attenti già sanno delle case popolari di San Gregorio, e sanno anche che la nostra amica Jacqueline ha chiamato personalmente Striscia La Notizia, per denunciare il fatto che quelle case sono state cambiate di categoria e gli abitanti costretti a rientrare.

Photobucket

Photobucket

Striscia la notizia ha mandato in onda, sabato, un servizio sul paese, presentandolo come un borgo dimenticato, ma senza nemmeno nominare il problema delle case popolari. Quando registrarono la puntata Jacqueline ci avvisò della cosa e ci disse che, mentre alla rappresentante del comune era stata dedicata un’intera cassetta, a lei avevano riservato poco più di un minuto di registrazione. Non hanno mandato in onda nemmeno quel minuto… (il servizio di Striscia la Notizia si trova alla pagina linkata, ed è quello intitolato La paura di esser dimenticati).

E’ un facile gioco massacrare il Sindaco Cialente che non si occupa delle sue frazioncine. Facciamo presente a Striscia la notizia che il problema da loro segnalato non è solo di San Gregorio, ma anche, per fare qualche nome, di Arischia, Il Colle, Villa S’Angelo e tanti altri paesi. Tutti i centri storici sono distrutti e tutti si trovano nella stessa condizione di San Gregorio. Quello che è andato in onda non è un servizio di denuncia, ma un falso vero e proprio, per fare bella figura occupandosi del terremoto, senza però dire nulla che già non si sappia e soprattutto senza scontentare il padrone.

Titolai un vecchio post Striscia la notizia la voce della falsità e dell’ipocrisia, ora mi sento di aggiungere anche la voce della paura e del servilismo. Penso che ci sono milioni di Italiani che guardano quel programma credendo di guardare della controinformazione, dell’informazione reale e non asservita. Invece ascoltano bugie e manipolazioni di verità come ormai ce ne sono in un qualunque telegiornale. Anzi, peggio! Perchè loro si spacciano per paladini della verità e della giustizia.

Signor Ricci, se fossi in lei io predisporrei un servizio con Terremoto09, prima che mi venga voglia di affrontare discorsi che nulla c’entrano con il terremoto, come per esempio la vostra campagna contro i finti dentisti. Campagna ammirevole lo ammetto, ma sono sempre fondamentali le motivazioni che portano al compiere azioni… e le vostre non sono poi così nobili.

Annunci

Permalink 47 commenti

Striscia la notizia, la voce della falsità e dell’ipocrisia!

21 settembre 2009 at 21:49 (terremoto) (, , )

In questo momento non ho molte parole, ma sono piena di parolacce. Ho appena visto la prima puntata di Striscia La Notizia. Già dalla presentazione, durante il TG5, si preannunciavano servizi di fuoco sul terremoto in Abruzzo (quando cominceremo a chiamarlo de L’Aquila?).

Il servizio si apre con un remake del terremoto in Umbria, la consegna dei primi container e Striscia La Notizia che, da vero paladino della giustizia, fa vedere quanto quel servizio della RAI fosse falsificato, mostrando container ancora senza arredi ed intervistando la signora, destinataria del primo alloggio, che conferma che in realtà prenderà possesso del container in seguito perchè ci sono lavori da ultimare.

Ho pensato che, a quel punto, avrebbero fatto vedere quello che è successo ad Onna il 15 settembre… è successa la stessa identica cosa. Il Premier ha consegnato una casetta, non ancora ultimata, intorno alla quale era stato steso un finto prato e nella quale gli abitanti non sono ancora entrati. Ah, dettaglio non irrilevante, ha consegnato una casetta per la quale non ha alcun merito.

Invece no.

Fine del servizio, solo un appello agli ascoltatori ad inviare le loro storie… Sono io che sono scema? Ho letto solo io tutti i quotidiani, i blog, i social network che parlavano di questo scempio?

Photobucket

Qui sono subentrate le parolacce. Ho parlato personalmente con Jacqueline, che ha contattato Striscia La Notizia la scorsa settimana. Questi sono andati a San Gregorio e, su un’intera videocassetta, le hanno riservato ben 1 minuto e 10 secondi… Un minuto per parlarvi della storia che noi vi abbiamo raccontato e poi, oggi, pochi giorni dopo, tutto questo è già stato cestinato e per parlare di terremoto bisogna riesumare filmati del 1997

Sono schifata.

Monique

Permalink 17 commenti