Terremoto09 al GGDcamp Bologna

15 novembre 2010 at 21:29 (terremoto) (, , , , , , )

Sabato 13 novembre Terremoto09 ha partecipato al barcamp “Chi ha paura della Rete” organizzato dalle GGD Bologna e da TagBoLab, con un intervento dal titolo, “La paura della Rete genera persecuzioni”.

Durante lo speech abbiamo raccontato le persecuzioni subite a L’Aquila, durante i mesi di volontariato attivo, da parte della Protezione (in)Civile. Tutte cose che i nostri lettori già conoscono, ma tante altre persone no. Abbiamo parlato in piena libertà, e tante cose, per motivi di tempo, non le abbiamo potute raccontare. Abbiamo scelto ciò che ci sembrava più significativo, quindi speriamo che i presenti vengano qui a leggere tutto il resto.

Al termine dello speech, che ha commosso, fatto incazzare, e scatenato la sala, mentre Monique tornava al suo posto è stata fermata da una ragazza che non conosciamo, tra tante che salutavano, ringraziavano, stringevano mani, abbracciavano… questa ragazza le ha fatto una domanda: “Perché sei rimasta tanti mesi? Sei rimasta anche quando hanno iniziato a trattarti male, a perquisirti, a identificarti, a farti pressioni e minacce. Cosa ti ha spinto a restare a L’Aquila?”

Sul momento Monique non ha saputo rispondere, ma poi ci ha pensato: le risponde adesso da qui, dal blog, che è la causa di quello che abbiamo subito, ma è anche la nostra più grande risorsa.

Sono rimasta per Gabriel, che ha 14 anni e dopo il terremoto non parlava più… ma poi con me ha parlato e ha raccontato il “suo” terremoto.
Sono rimasta per Martina e Diana che scrivevano, poco dopo il mio arrivo al campo: “Al campo di San Giovanni ho conosciuto una volontaria davvero molto simpatica. Il suo nome è Monique. Secondo me lei è una persona speciale!”.
Sono rimasta per Anna, che non voleva entrare nelle costruzioni in muratura, ma ha trovato la forza per farlo stringendo la mia mano.
Sono rimasta per lo zio Baffo, che mi ha insegnato a fare il formaggio, stupendosi che una persona “giovane” volesse imparare e potesse coinvolgere i bambini in questa cosa.
Sono rimasta per nonna Ada, che mi ha detto tante volte, “sei la figlia che avrei voluto avere”.
Sono rimasta per Santino, che è davvero uno capace di prendere un toro per le corna, ma sono dovuti passare mesi prima che riuscisse, tra le lacrime, a raccontarmi quella notte quando tutto tremava.
Sono rimasta per Marco e Catia che sono persone eccezionali e meritavano un aiuto.
Sono rimasta per la signora Maria, che era invalida, su una carrozzina, ma che si illuminava ogni volta che entravo nella sua tenda per portarle un saluto o fare due chiacchiere. La ricordo sempre sorridente e sempre generosa in ogni suo gesto. Ancora oggi mi sveglio la notte, incazzata, per non aver potuto fare nulla per salvarla… la signora Maria è morta, nell’anno 2009, per un’infezione ai piedi. E’ morta perchè al campo non c’era un infermiere e a me hanno espressamente vietato di medicarle quelle piaghe nei piedi.
Sono rimasta per quello che Hermans, che mi ha accompagnata un giorno a salutare gli amici, ha visto e poi scritto sul suo blog: “Parto dall’affetto che le persone hanno dimostrato nel rivedere Monique e dalla luce nei suoi occhi mentre riceveva ed elargiva abbracci. Questa donna testona e così particolare, deve avere un cuore troppo grande altrimenti non me lo spiego come abbia fatto a donarne un pezzetto a tutte le persone che abbiamo incontrato.”
Sono rimasta perché c’era del lavoro da fare e io potevo farlo.
Sono rimasta perchè era giusto rimanere…

Lo rifarei altre mille volte.

Monique

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: