Siamo tutti con Angelo

29 dicembre 2009 at 16:48 (terremoto) (, , , , )

Vorrei un augurio, una preghiera, le dita incrociate, scongiuri, occhio malocchio prezzemolo e finocchio. Insomma qualunque cosa, anche solo un pensiero per il Sergente Maggiore Angelo Argenziano, una delle persone che più ha aiutato noi e gli abitanti del campo di Spogna e che, da 2 giorni, è ricoverato in ospedale.

Angelo è una persona solare e bellissima, non merita questo, come non lo meritano la sua famiglia e i suoi amici.
Noi di terremoto09, insieme a Marco, Catia, Lidia, Antonio, Dorina, Giovanni e tutti gli ex abitanti del campo San Giovanni ci stringiamo attorno ad Annarita e vogliamo che le giunga il nostro affetto e il nostro calore.

Per Angelo

Annarita… io arrivo presto 🙂

Monique

Annunci

16 commenti

  1. Rassegnastagna said,

    Per quanto possa valere, un augurio affettuoso da parte nostra per Angelo, perchè le persone buone e oneste non meriterebbero alcun tipo di sofferenza. Ma è la natura umana, purtroppo.

    In bocca al lupo per lui e per tutti voi.

  2. francesca said,

    …. vi sono vicina

  3. Bradipa said,

    Angelo tieni duro!

  4. Jack said,

    Un grande in bocca al lupo

  5. edith said,

    Una volta ho scritto questo, per mio Padre, sono passati tanti anni, l’ho ritrovata e forse ha un senso anche ora, non so:

    “Ci sono le parole, quelle semplici e quelle difficili da pronunciare, ci sono le cose dette e quelle condivise, quelle da ricordare. Ci sono tante cose che ti passano davanti agli occhi e ci sono anche le volte che non sai quello che sarebbe necessario dire. Ci sono i momenti che ti sembrava tutto impossibile e le volte che era anche troppo facile arrivare alla fine della strada, per ammirare il cammino intrapreso e quello che ancora c’è da fare. Ci sono le volte che ti senti stanco e ti va di riposare. Ci sono le volte che non riesci ad aprire gli occhi e che ti sembra di star male. Ma poi ti svegli ed anche se non è stato proprio quello che si dice un brutto sogno, ora sei sveglio e del resto non ha importanza, perché sei sveglio e quando si è svegli sai che c’è ancora da fare. C’è ancora tanto davanti a te. Allora? Vuoi mollare così? Solo perché il destino fa i capricci tu vuoi farti mettere sotto? No, tu non lo farai… perché sei forte, forte come le montagne che hai attraversato ed ora lo sai, sei forte ed ora lo sai. No, tu non mollerai la presa delle mani che vogliono accompagnarti, no tu non lo farai perché ora lo sai che su questa strada non sei mai stato solo. No, tu non resterai a dormire per troppo tempo perché ti sveglieremo noi, e tu potrai anche raccontarcela come ti pare ma noi sappiamo chi sei e sappiamo come va a finire la storia perché continua, non provare a fare il furbo, non finisce qui, c’è ancora tanto davanti a te.”

  6. Gilgamesh said,

    La vita non è uno scherzo: prendila sul serio
    come fa lo scoiattolo ad esempio,
    senza aspettarti nulla dal di fuori o nell’al di là.
    Non avrai altro da fare che vivere.

    La vita non è uno scherzo:
    prendila sul serio,
    ma sul serio a tal punto
    che, per esempio, messo contro un muro
    con le mani legate dietro,
    o dentro un laboratorio
    col camice bianco ed occhiali di sicurezza,
    tu possa morire per gli uomini,
    uomini di cui non conoscerai la faccia,
    e morrai sapendo
    che nulla è più bello e più vero della vita.

    Prendila sul serio a tal punto che
    a settanta anni, per esempio, pianterai degli ulivi
    non perché restino ai tuoi figli,
    ma perché non crederai alla morte pur temendola,
    e la Vita peserà di più sulla bilancia.

    Alla Vita, parte I
    Nazim Hikmet
    (1902-1963)

  7. Sandra said,

    Solo grazie a tutti voi, vicini a chi la tragedia l’ha vissuta ed un pensiero speciale ad Angelo.
    Forza!

    Un abbraccio

  8. Laura said,

    Angelo, io e te non ci conosciamo, non ci siamo mai visti, ma il filo conduttore c’è lo stesso: Monique.
    Vanno bene le mie dita incrociate? Sì? Guarda che valgono un sacco, perché per lavoro uso la tastiera 8 e più ore al giorno, quindi riprenditi presto presto!

  9. astrid said,

    forza Angelo tieni duro!

  10. michela said,

    FORZA ANGELO!

  11. vipz said,

    Dita incrociate per Angelo: tieni duro!

  12. Marianna said,

    Grazie per tutto quello che ha fatto per L’Aquila, la mia città.

  13. Mg said,

    Auguri

  14. Ylenia said,

    Quando si ricorda qualcuno lo si fa perchè ha lasciato una traccia forte dentro di noi,
    o perchè ti ha ferito o perchè alcune persone, come Angelo, non si possono dimenticare…..per il semplice fatto che è una persona fantastica.
    Soprattutto è uno di quelli buoni ma che quando s’incazza….S’INCAZZA.
    Perciò Angioletto INCAZZATI contro un destino che, senza voler accusare altri….ha proprio sbagliato persona.
    INCAZZATI E REAGISCI perchè SIGNOR SERGENTE MAGGIORE GLI ORDINI LI DAI TU!!! CAZZO!!!

  15. Luisa ( Elle) said,

    Angelo, ma che mi ( anzi, ci.. appena ho letto, ho chiamato Vito, che era di là a sistemare un tavolo 😉 )fai leggere? SVEGLIATI!!!! Che di persone come te ce ne sono poche, al mondo.. quindi non rompere e lotta!
    Noi ci ricordiamo benissimo di te, di quanto tu ed i ragazzi dell’esercito abbiate lavorato dal pomeriggio del 25 aprile per allestire lacucina del Campo.. e di quanto siate stati bravi! Ti dobbiamo ricordare che, se servisse il tuo, il vostro aiuto, dovrai essere pronto?!
    FORZA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    T’abbracciamo
    Luisa e Vito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: