Avete le Ali, ora tornate a Volare

17 giugno 2009 at 14:10 (terremoto) (, , )

Il 29 aprile, quasi due mesi fa, in questo blog parlammo dei campi gestiti in maniera militare. Parlammo di modi di fare che ricordavano quelli dei campi di concentramento. I commenti al post furono una festa di insulti.

Oggi i giornali, quelli “liberi” almeno, ci danno ragione. Parlano di quello che accade nei campi, dello stile repressivo utilizzato da chi, invece, dovrebbe essere lì per dare una mano. Oggi si parla del divieto di riunirsi, del divieto di far entrare nel campo una sorella o un fratello alloggiato in un campo diverso, del divieto di distribuire un volantino, del divieto di avere un caffè, un bicchiere di vino, della cioccolata.

Oggi si vede chi aveva ragione due mesi fa.

Questo non è per noi motivo di orgoglio, ma solo di preoccupazione. Quelli che avevo visto come casi isolati si stanno mostrando come la normalità, una normalità agghiacciante.

Visto che ultimamente le citazioni mi prendono bene mi sento di aver qualcosa da dire agli Aquilani:

NON ABBIATE PAURA!

Aquila

Non temete i poliziotti che vengono ad ascoltarvi se formate un campanello per discutere dei problemi della ricostruzione. Non permettete alla Protezione Civile di essere padrona in casa vostra. Nessuno può impedirvi di bere il caffè con la scusa che poi scoppiano le risse. Le risse sono causate dalle loro scelte e non dalle vostre. Non lasciate che questa situazione, pazzesca ad oltre due mesi dal terremoto, vi schiacci. Lottate! Siete figli del Gran Sasso… fatecelo vedere! Non siete ospiti, siete i padroni di casa. Le tende sono le vostre case, dovete essere liberi di fare quello che fareste a casa vostra. Non permettete a nessuno, mai, di violare i vostri diritti costituzionali.

Cosa sarebbe successo se il gruppo che distribuiva volantini non si fosse fermato all’alt della Protezione Civile? Nulla… non avrebbero potuto fermarvi in alcun modo. Io non credo che partiranno manganellate per cose di questo tipo, troppe voci iniziano a farsi sentire dai campi Aquilani. Forse è stato un errore mettere le reti wi-fi, ma ora ci sono e nessuno può impedirvi di usarle.

Riprendetevi le vostre case, la vostra città, la vostra provincia. Un passo alla volta, senza mai andare oltre le righe, solo ciò che è giusto e dovuto.

Io sarò con voi, di nuovo, da domenica 🙂

Monique

Annunci

1 commento

  1. andreasarubbi said,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: