Una piscina a Spogna? No, un parto

27 maggio 2009 at 14:31 (terremoto)

Devo fare una premessa prima di parlarvi del delirio della piscina. Da una settimana Marco non è più il capocampo di Spogna. Ha terminato i giorni di permesso ed è dovuto rientrare al lavoro, quindi non ha più la possibilità di seguire il campo, a meno che i suoi superiori non decidano di dislocarlo direttamente sul posto… cosa che noi ci auguriamo avvenga al più presto.

Dopo tante promesse, finalmente, Ylenia, volontaria di terremoto09, riesce a trovare una piscina per i piccoli abitanti del campo di Spogna. La attendevamo per venerdì scorso, ma purtroppo, causa rottura auto, la piscina è potuta arrivare solo sabato pomeriggio. Immediatamente noi, insieme ai piccoli, abbiamo iniziato il montaggio e il riempimento… e sono iniziati i problemi.
Bisogna specificare che, prima di iniziare il montaggio, avevamo chiesto alla Protezione Civile della Sicilia, da pochissimi giorni al campo, dove e come montare questa piccola piscina. Ottenuta la loro autorizzazione, e con il loro aiuto, abbiamo iniziato i lavori. Mentre procedevamo al montaggio, il capocampo, Tullio Tempesta, è passato diverse volte e ci ha visto lavorare, senza proferire parola.
Domenica mattina, appena giunta al campo, sono stata aggredita verbalmente dalla figlia del Tempesta che, dicendo di parlare a nome di tutte le mamme, sosteneva che al campo non serviva la piscina, che era pericolosa e che dovevamo smontarla subito. A quel punto ho cercato le mamme in giro per il campo, e tutte mi confermavano di volere la piscina e di non aver affatto parlato con la signora.
Si è perciò continuato a riempire la vasca: sono oltre 2000 litri di acqua da caricare con un tubo piccolissimo, visto che non potevamo rubare l’acqua a tutto il campo ;).
Nel pomeriggio è intervenuto il Tempesta in persona, sbraitando sulla pericolosità della piscina, sulla mancanza di igiene e su ogni altro insensato pretesto immaginabile, minacciando un esposto alle forze dell’ordine contro di noi. Incuranti di questa ennesima invettiva abbiamo continuato a fare il nostro lavoro.
In capo ad un’ora è comparso il vicequestore de L’Aquila che, in un primo momento, come mille altri nell’ultima settimana, ha cercato di farci capire in modo chiaro che qui il volontariato spontaneo non è il benvenuto. Finalmente però mi sono trovata davanti ad una persona civile la quale, dopo una chiacchierata franca, alla mia richiesta di regolarizzare la nostra posizione ha risposto positivamente e ci ha spiegato tutti i passaggi da fare (e su questo secondo delirio scriverò in seguito).
Mentre noi di terremoto09 ci stavamo recando al C.O.M. 3 di Pizzoli per accreditarci regolarmente, al campo succede di tutto. Il capocampo, Tullio Tempesta, ha ordinato ai bambini di svuotare la piscina con dei secchi. Si scatena il finimondo. I bambini piangono e il Tempesta sequestra il depuratore ritenendolo pericoloso. Io vengo avvisata telefonicamente della cosa e spedisco i miei soci al campo, restando sola in balia della burocrazia. Loro bloccano lo svuotamento e intanto elaboriamo un piano.
L’unica via è donare la piscina, con atto formale, alle mamme del campo, che si assumono la responsabilità di sorvegliare la piscina e pulirla regolarmente con il depuratore.

A voi pare normale?

Arriva lunedì e, grazie ad una lettera molto esplicita di Ylenia, viene restituito il depuratore e si riparte con il montaggio ed il riempimento. E finalmente ieri, martedì 26 alle ore 16, i bambini sono potuti entrare in acqua 🙂

abruzzo,terremoto

abruzzo,terremoto

abruzzo,terremoto

abruzzo,terremoto

E’ una vittoria del buonsenso contro la cafonaggine, l’egoismo fine a sè stesso e l’abuso di potere di una persona che è attualmente capocampo, ma non ha capito nulla di cosa dovrebbe essere. Gli abitanti, e soprattutto i bambini, dovrebbero essere la sua prima priorità, visto che oltretutto qui siamo in una situazione di emergenza…

Non aggiungo altro, lascio a voi ogni ulteriore commento.

Monique (revisione di Marta)

Annunci

28 commenti

  1. ylenia said,

    MAAAAAAA VIENIIIIIIIIII!!!!!!
    *terremoto09- tempesta= 1-0*
    Ciao
    Y

  2. Alberto M said,

    Arrivare a far piangere i bambini… ASSURDO.
    Oltre il disagio, la crudeltà…

    • Roberta Tempesta said,

      …i bambini piangono per ogni capriccio… sta a noi cercare di seguirli ed indirizzarli nel migliore dei modi….

      • Roberta Tempesta said,

        …specialmente ora che il terremoto ci ha scippato la quotidianità di una vita normale…

  3. veronica said,

    Anche a Spogna e’ successo quello che altrove succede dal giorno del terremoto. Gente arrogante che prova ad “impossessarsi del prestigio di comandare su tutto e tutti” io ricorderei a questi “capicampo” che non hanno a che fare con una mandria di malati di mente, ma con gente che vive da quasi due mesi privata della propria intimità, libertà, abitudini e casa, Bisogna smettere di privarli anche della capacità di farwe e pensare. Ma roba da matti! Monique aggiornami sul tuo prossimo viaggio. (quando sarai su e ripartirai per Spogna, abbiamo un po di cose per voi) forza e coraggio. ciaoooo Veronica

    • ylenia said,

      Ciao Veronica, tu di dove sei?
      io venerdi sera torno giu a Spogna, potrei portare giu le cose che tu hai….ma io sono delle marche non so se siamo vicine….
      Ciao
      Y

    • Roberta Tempesta said,

      …decrivi la situazione così bene…. proprio così ci sentiamo…

  4. Miss Kappa said,

    Il Signor Tempesta, dal cognome, mi appare indigeno. Vero?
    Chi lo ha nominato capocampo?
    Non dirmi che la PC è venuta a turbare anche quella piccola oasi nel deserto che è il campo di Spogna!!!!!
    Spiega all’arguto sig. Tempesta che almeno i campi piccoli andrebbero gestiti coma una grande famiglia. Tutti ne guadagnerebbero, lui per primo. Dici che lo capirà?

    • ylenia said,

      Ciao Anna, ti ricordi di me sono passata con Monique 2 settimane fa, quando abbiamo iniziato ad alzare il polverone a Spogna.
      Lo hanno nominato gli stessi abitanti visto che Marco non poteva più esserlo in quanto è stato richiamato in caserma e non poteva essere presente al campo costantemente. Ma credo che nessuno si aspettasse che il signor Tempesta portasse tempesta. Lui stesso ha rilasciato a Sky dichiarazioni contro le mancanze della PC. Ora inveisce contro chi porta e ha portato aiuto. Per quanto mi riguarda è una persona altamente egoista compresa sua figlia, hanno alimentano la loro ‘ripicca’ a discapito dei bambini compresi i suoi nipoti ai quali viene vietato l’uso della piscina. Se loro pensano di proteggerli io mi chiedo da cosa?

      • Roberta Tempesta said,

        Vorrei precisare che non c’è alcuna ripicca nei confronti di nessuno…
        il polverone…. così lo chiama Ylenia… è stato alzato nel momento in cui una persona si permette di “decidere” per i nostri figli senza neppure chiedere… e la piscina, decisamente, è l’ultimo dei nostri problemi….
        La Protezione Civile quì a Spogna è arrivata da poco… da molto poco…

    • Roberta Tempesta said,

      Il signor Tempesta… è stato il sindaco di Lucoli qualche anno fà e i lucolani hanno molta stima di lui tanto da nominarlo nuovamente come loro rappresentante anche in un momento così duro… come il forte sisma che ha colpito il nostro caro paesello…

  5. Rob said,

    Cominciano ad essere davvero ridicoli… roba da matti!

    • Roberta Tempesta said,

      …ridicolo è colui che pensa di poter giudicare… leggendo qualche riga di un blog…

  6. Giovanna said,

    mi pare chiaro che il signor Tempesta ha velleità politiche e di potere e come si rivelano molti politici senza distinzione di colore NON hanno a cuore il bene dei cittadini, ma la poltrona del potere a cui si attaccano….e non dico altro, anzi sì:
    L’INTELLIGENZA SPESSO E’ INVERSAMENTE PROPORZIONALE AL POTERE CHE SI HA

    • Roberta Tempesta said,

      Vieni Giovanna… vieni a trovarci… mio padre sarà lieto di stringere la mano ad una persona che la pensa esattamente come lui… ma che dalle parole di Monique viene descritto in tutt’altro modo…

  7. Miss Kappa said,

    Ciao Ylenia, certo che mi ricordo di te. Mi rincresce per il comportamento del Signore in questione. Il terremoto non sempre migliora le persone. Mi domandavo se lì a Spogna e dintorni ci fosse qualcuno interessato a partecipare alla manifestazione di sabato alle 10,30, presso la Fontana Luminosa, per tentare di riappropriarci della Piazza del Duomo come luogo simbolo di aggregazione dal quale ripartire per la ricostruzione, della quale vogliamo essere partecipi. Avevo chiesto a Monique di pubblicizzare la cosa. Non so se lo ha già fatto.
    Un caro saluto.

  8. M said,

    Metto subito un volantino 😉

  9. Roberta Tempesta said,

    La cronaca… deve essere almeno raccontata con semplicità e obiettività… senza messaggi polemici e poco vicini alla verità scritti tra le righe…
    scrivere su un blog… o servirsi del già forte disagio provocatoci dal sisma per far sembrare una mamma “IO” arrogante e maleducata è a dir poco rivoltante…
    Io sono la mamma che domenica mattina ha trovato i suoi due figli, le sue nipoti e figli di amici da una vita… a riempire con dei secchielli di fortuna e già fradici alle ore 09:00 una piscina posata a caso su uno spazio che da un mese e mezzo ho cercato di “ritagliare” nel nostro campo per far luogo al mondo dei bambini.
    Avevo preparato 4 mini tende (a mio carico e a mia cura) per far sì che anche loro avessero uno spazio lontano dai pericoli…. (animaletti, vipere…) e lontano dalla mensa (quella allestita prima dell’arrivo dei militari… poco spazio e pentole al fuoco, con gli anziani che in continuazione dicevano loro di stare zitti in quanto lì era ubicata anche l’unica televisione).
    Quel periodo era freddo e pioveva in continuazione…. e potete immaginare noi mamme che non sapevamo come far passare il tempo ai nostri figli chiusi ognuno nella propria tenda… un incubo….
    Da quando era stato creato quel piccolo spazio con le mini tende… tutto sembrava quasi normale… i bambini che finalmente giocavano e noi mamme che provvedevamo a lavare i loro panni a mano in continuazione… perchè tra l’altro non avevamo nessuna lavatrice e la roba aveva difficoltà ad asciugarsi in quanto ripeto pioveva in continuazione…. moccioli al naso, febbri e virus che li facevano vomitare e stare male a giro….
    Poi è venuto il caldo… e la piscina….
    Io già da quattro anni sono la rappresentante dei genitori di Lucoli nel consiglio scolastico dell’Istituto comprensivo di Lucoli-Scoppito-Tornimparte…. e ci tengo a precisare che sono stata eletta con la maggioranza assoluta dei votanti e che già avevo raccolto le lamentele di qualche genitore…anche in merito ad altre problematiche sviluppatesi anche in altri campi di lucoli…. insomma, tutti di solito fanno capo a me… e la mia richiesta di “regolamentare” la piscina… è arrivata per non creare altro disagio ai già tanti problemi dovuti al sisma che ci ha colpiti…
    Monique… mi ha risposto che la piscina l’aveva fatta mandare lei e che quindì decideva lei… (…tra le righe anche sui nostri figli)…
    Vorrei precisare che una mamma non è così cattiva nei confronti dei propri figli e che ogni richiesta di regolamentare l’uso della piscina a me sembrava legittima…. anche perchè la priorità era salvaguardare quella fascia di età (non troppo piccoli in quanto guardati a vista… e non troppo grandi -1^media- perchè in grado di badare a se stessi) in cui devi comunque sorvegliarli perchè credendosi grandi sono in grado di cacciarsi nei pericoli più impensati…
    La piscina infatti, in seguito al mio energico intervento, è stata regolamentata: la mattina si va a scuola, poi si mangia, poi c’è l’ora del silenzio (per gli anziani che devono riposare) e poi… il tanto aspettato bagno… e poi di nuovo la cena… anche se “quello spazio” viene utilizzato solo per due ore al giorno… (le ore del bagno e quando la temperatura lo consente… giova precisare che a Lucoli di solito l’estate dura solo il mese di luglio in quanto è rinomato perchè fa sempre freddo… o almeno con una forte escursione termica…
    I nostri bambini non sono in campeggio… ma cercano di vivere alla meglio in un campo organizzato… veramente organizzato solo da un pò… dov’era Monique quando la sottoscritta… provvedeva ai bisogni e al divertimento dei piccoli ospiti del campo…
    Null’altro da aggiungere… ritengo di essere una persona ben educata ed intelligente tato da lasciar correre tutte le bugie…. o le mezze veità scritte su questo blog…
    Saluti e a presto…

  10. veronica said,

    CIiao Ilenia sono di Parma, per questo mi rivolgevo a Monique che so essere emiliana! Stiamo pensando ad un secondo viaggio in Abruzzo ma non avendo ancora una data pensavamo magari di anticiparvi qualcosa… saluti a campo!

    Per la sig.ra Tempesta, ho frainteso una frase e creduto che in nuovo capocampo fosse uno venuto da lontano a dettare legge a scapito della popolazione, buon lavoro a tutti, saluti Veronica

  11. Giovanna said,

    La sottoscritta è già venuta a Lucoli più volte, ma ho saputo che i volontari non appartenenti a nessuna associazione non sono più benvoluti. Abbiamo raccolto soldi, ricevuto donazioni anche da sconosciuti, abbiamo speso dei soldi di tasca nostra per portare conforto materiale. Venendo lì e conoscendo quelle persone ci è venuto spontaneo dare un appoggio morale, anche se gli impegni di lavoro e familiari ci impediscono di essere lì più spesso. Il Sindaco e l’ex Sindaco Tempesta dove erano quando non c’era nè Protezione Civile, nè un Presidio Medico, nè altro a Spogna? Per UN MESE E MEZZO dove erano? Ora qualcuno si vuole prendere i meriti di qualcosa che non ha fatto…per quale motivo? Per protagonismo? Per potere? So solo che Marco è stato messo da una parte….per 40 giorni usato fino a che non è servito più…..

  12. M said,

    Giovanna hai colpito nel segno. Ora non ho tempo, ma al più presto risponderó punto per punto a Roberta Tempesta… che sapevo bene sarebbe arrivata.

    Monique (che ora ha da montare l’ombra verda)

  13. ylenia said,

    Buongiorno Sig.ra Tempesta, che piacere trovarla su questo blog a replicare su ogni singolo commento cercando di mettere ‘una pezza’ su tutto, lo trovo alquanto infantile.
    Ha commentato e frainteso anche le cose che non la riguardavano.
    Il polverone di cui parlo è riferito alla movimentazione della PC dopo i servizi di SKY. Ha forse la coda di paglia?
    Anch’io le rispondo passo passo, ma in un’unica sessione, è meno dispersivo.
    Lei cita: ”…i bambini piangono su ogni capriccio…”-
    In una situazione normale sicuramente si. Ma questa non è una situazione normale.
    Con la piscina abbiamo cercato di regalare ai bambini un pezzo di normalità, che come dice lei, e qui le do ragione, il terremoto ha loro scippato.
    Se lei …”è sembrata..” arrogante e maleducata, è perché, purtroppo per lei, lo è stata.
    Non mi curo che lei lo sia stata con me o Monique, lei lo è stata nei confronti di tutte le mamme e soprattutto dei bambini. E’ stata lei, all’insaputa di tutti gli altri genitori a dire che nessuno era d’accordo ad avere la piscina, quando poi non era vero, E’ stata lei a mettere al lavoro tutti i bambini per svuotare la piscina, mentre lei osservava. E’ stata lei quella stessa sera ad essere d’accordo a turnare con le altre mamme per controllare i bambini in piscina facendo credere a tutti che avesse cambiato idea … e l’attimo dopo si è scagliata contro di loro cambiando idea di nuovo. E’ stata lei ad accusare che si raccontano fandonie ai bambini quando non sa distinguere una favola da una lezione di storia. E’ stata lei con le stesse accuse di cui sopra a vietare che venga raccontato un film (Highlander) ai bambini. Allora non raccontiamo più neanche Cappuccetto Rosso perché i bambini crederebbero a questa ‘fandonia’ e avrebbero paura di andare nel bosco. Se ai bambini viene tolta la fantasia non sarebbero più bambini, perché loro vivono di questo.
    Tornando a noi, la piscina non è stata posata li a caso, è la stessa Protezione Civile che ha deciso dove posizionarla e senza togliere le tende dei bambini,di cui parla, visto che sono ancora li. Abbiamo chiesto a loro prima di muoverci senza dimenticare che suo padre per primo è passato almeno 3 volte mentre la stavamo sistemando, senza proferir parola.
    Come mai? Credo che voi vi siate sentiti invasi nel vostro potere decisionale, le stesse decisioni che prendete per tutti.
    Lei dice ancora “…tutti di solito fanno capo a me…” . Ora capisco!!!!!!
    E’ da qui che scaturisce il problema. Lei è arrabbiata perché non può prevaricare e decidere per tutti come è abituata a fare.
    Preciso che non è lei che ha chiesto di regolamentare la piscina, lei da sola aveva semplicemente deciso di toglierla. Il resto delle mamme ha optato per una regolamentazione dichiarata per iscritto e firmata da tutte, dove lei in un primo momento era d’accordo e dopo un’ora di nuovo cambia idea.
    Questo perché a lei non si chiede lei deve fare e decidere da sola.
    “…dov’era Monique quando la sottoscritta provvedeva ai bisogni e divertimenti dei piccoli del campo?…” le rispondo che non sarà stata li dall’inizio ma è stata laggiù con voi.
    La sua affermazione sopra fa capire chiaramente come è lei.
    Le hanno detto GRAZIE gli altri genitori per aver provveduto ai bisogni dei loro piccoli, visto che se non era per lei nessuno degli altri si curava i propri figli?
    Sono dispiaciuta e amareggiata per il suo comportamento sig.ra Tempesta, io nella settimana che sono stata li con voi non l’avevo conosciuta sotto questo punto di vista.
    Io sono la stessa che le ha dato una mano a pulire il campo dall’erba perché le vipere passeggiavano tranquille tra le tende, sono la stessa che si è offerta di aiutarla quando ha voluto ripulire lo spazio intorno alla sua roulotte, la stessa che insieme a lei e alla ruspa abbiamo portato via tutta la sterpaglia e l’immondizia, la stessa che affiancata a lei spingevamo via i bidoni di acqua marcia e putridume, e sempre la stessa con cui ha parlato di problemi più delicati come lo stato d’animo dei bambini di quel campo.
    Io sono sempre la stessa non mi sto prendendo il merito di ciò che ho fatto, perché l’ho fatto volentieri.
    Sa che le dico, che fondamentalmente noi due siamo uguali. Entrambe siamo EGOISTE. Io sono egoista perché facendo del bene agli altri faccio del bene a me, se gli altri poi stanno bene allora sto bene anch’io.
    Lei invece è egoista perché pensa a se stessa e se ne infischia di ciò che pensano gli altri. L’aggettivo è uguale ma io porto avanti il cuore.
    Per quanto mi riguarda, è tutto.

    • M said,

      Ylenia, come ti ho già detto privatamente, ottima risposta.

      Sig.ra Tempesta io non ho altro da aggiungere a quanto già detto da Ylenia, se non una cosa, che magari le parrà banale: la quantità di commenti che ha lasciato a questo post, quasi un’onda di spam, secondo me è significativa. Anche da quello che ha scritto, mi sembra che lei sia una persona che ha l’abitudine di controllare, decidere, ordinare. Anche qui ha cercato di farlo, rispondendo a ciascuna delle persone che hanno commentato.
      Se vorrà tornare in questo blog a risponderci, la prego per favore di evitare simili bombardamenti di messaggi. Può rispondere a tutti quanti in un singolo intervento. Semplice netiquette.

      Marta

  14. M said,

    Applausi a scena aperta

    🙂

    Monique

  15. bruno said,

    Una storia eccezionale! Sono rimasto molto colpito da questo racconto, bravissimi 🙂 Resistere è fondamentale, cercare di opporsi agli assurdi atteggiamenti di chi vorrebbe sfruttare la situazione per sfogare delle frustrazioni assurde.

    un saluto pieno di stima
    bruno

  16. bruno said,

    Alla Sign. Roberta Tempesta.
    Salve,
    seguo da molto tempo il blog di MIssKappa e di Monique. In queste settimane, giorno dopo giorno, loro hanno svolto un lavoro di fondamentale importanza. Centinaia, se non migliaia, di persone riescono ad essere vicine agli sfollati nella loro quotidianeità grazie a pagine come questa. Magari le autrici dei Blog svolgono questi compiti per altri motivi, anche più personali, ma rimane di fatto che in rete sono gli unici punti di riferimento di una storia che riguarda più di 65.000 persone. Quindi senza di loro si rende conto quanti non saprebbero neanche che esistete?
    Adesso ho letto la vicenda che la riguarda e la mia opinione rimane legata ad un principio fondante della mia vita. La burocrazia serve, almeno in teoria, a facilitare la vita delle persone, quando una semplice piscina per bambini, non può essere utilizzata perché va “regolarizzata”, la burocrazia diventa un nemico pericoloso.
    La fantasia, grande nemica della burocrazia da sempre, è l’unica arma degli adulti e dei bambini, quindi dell’uomo per potersi migliorare.
    Pensi che io raccontarei ad i bambini anche la trama dei film di Almodovar, in modo che magari non crescono omofobici e razzisti. Si figuri cosa posso pensare sulla storia della censura di eventuali racconti. Come se i bambini non avvertissero che è più deletereo in “ciarpame” che gli è imposto dalla degenerazione dei costumi sociali che stiamo vivendo. Minorenni che frequentano vecchi signori con scopi di natura oscura.
    Vede signora, non ci conosciamo, non metto in dubbio il suo impegno o le sue capacità nella vita. Semplicemente vorrei esprimerle che se c’è da discutere con qualcuno e meglio pendersela con chi effettivamente, della nostra terra, pare non occuparsene perché troppo impegnato a pensare agli scandali personali.
    un cordiale saluto
    b.

  17. Rob said,

    Non avrei mai immaginato che voler regalare un gioco a dei bambini volesse dire decidere per loro… un gioco è un gioco e questi bambini ne hanno davvero bisogno… Molti terremotati sono da due mesi al mare, questi ragazzini non hanno neanche diritto ad una piscina?

  18. Marta da legare » Blog Archive » Terremoto09: riflessioni su un blog scomodo said,

    […] sul nostro cammino, visto che eravamo cani sciolti, e questi ostacoli sono stati in effetti molti: le lotte con l’ex capocampo di San Giovanni di Lucoli, l’ostruzionismo ottuso della Protezione Civile, che tuttora ci vieta l’ingresso al […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: